Alla Scoperta dei Castelli della Sicilia

Da oggi e per tutto il mese di maggio, il B&B Sotto l’Eremo vi porterà alla scoperta… dei Castelli della Sicilia!

Fortezze, maestosi edifici, preziose testimonianze, miti e leggende: tutto ciò contraddistingue i castelli della nostra isola. Ogni castello porta con sé le tracce di un passato glorioso.

Il Castello di Aci Castello è uno dei più belli della Sicilia. È il cuore pulsante di Acicastello, nello splendido territorio della Riviera dei Ciclopi. Si erge maestoso su una rupe di origine vulcanica.

Nelle stanze della fortezza è stato istituito un Museo civico che, oltre le esposizioni archeologiche permanenti (composte da tre sezioni: mineralogia, paleontologia, archeologia), periodicamente ospita anche mostre itineranti ed eventi culturali.

Come tutti i castelli che si rispettino, sono molte le leggende e le storie misteriose che lo circondano.
La più nota è quella del cacciatore. Si narra che un cacciatore della zona uccise per sbaglio la gazza del Governatore del castello. Quando il Governatore venne a conoscenza dello spiacevole evento, fece rinchiudere il povero cacciatore nelle prigioni oscure del castello. La sua detenzione durò per ben 13 anni fino a quando un giorno arrivò al castello il Duca Massa. Il cacciatore, saputo di questa visita, compose un canto talmente bello per lui tanto da indurre il duca a volerlo conoscere e ordinare la sua liberazione.
Un’altra testimonianza ci viene da uno storico custode. Questi parlò spesso di voci e rumori di armature, combattimenti e soldati.
Due impiegate del comune raccontano che una notte di qualche anno da, rimaste a pulire fino a tardi, iniziarono ad udire rumori di catene ed urla.

Un’altra storia è quella della giovane dama del castello. Si narra che una giovane dama, giunta a corte a seguito del debito del padre, per non accettare le avances del governatore si buttò da una delle terrazze del castello. Il suo corpo non venne mai trovato. Si dice che nelle notti di luna piena si sentano ancora le urla della dama.

Insomma, i motivi per cui visitare il Castello di Acicastello sono tanti, tanti quante le rocce che lo sorreggono!